HQSol

HQSOL Srl è il partner esclusivo della nuova SolarMax in Italia, Spagna, Portogallo e Slovenia. HQSOL è una azienda creata dal nuovo gruppo SolarMax insieme al personale tecnico qualificato che gestisce la vendita e l’assistenza degli inverter fotovoltaici dal 2008.

SolarMax è uno dei marchi storici per gli inverter fotovoltaici. Presente fin dall’inizio, con il primo inverter installato 25 anni fa e ancora funzionante, SolarMax è sinonimo di alte prestazioni, affidabilità leggendaria e service disponibile e competente.

Le nuove serie ES Standard e ES Compact rappresentano la soluzione completa per l’indipendenza energetica. Disponibile in varie taglie di potenza e autonomia, la serie ES aumenta drasticamente l’autoconsumo dell’impianto e svolge le funzioni di soccorritore in caso di blackout.
Il sistema funziona sia con batterie al Litio che con batterie al Piombo-Gel e si installa in pochi minuti

Le Regole Tecniche per i Sistemi di Accumulo

L’Autorità, con il provvedimento 574/2014/R/eel, ha definito opportune disposizioni finalizzate a consentire l’integrazione dei sistemi di accumulo nel sistema elettrico, intesi come “un insieme di dispositivi, apparecchiature e logiche di gestione e controllo, funzionale ad assorbire e rilasciare energia elettrica, previsto per funzionare in maniera continuativa in parallelo con la rete con obbligo di connessione di terzi o in grado di comportare un’alterazione dei profili di scambio con la rete elettrica (immissione e/o prelievo). Il sistema di accumulo può essere integrato o meno con un impianto di produzione (se presente).”

Di seguito alleghiamo per intero la Regolamentazione Tecnica dei Sistemi di Accumulo e le normative CEI 0-16 e CEI 0-21, alle quali tali regole tecniche fanno riferimento.

Regole Tecniche dei Sistemi di Accumulo

CEI 0-21 Parte 1

CEI 0-21 Parte 2

CEI 0-16

CEI 0-16 Variante V1

CEI 0-16 Variante V2

La Serie ES di SolarMax: principio di funzionamento

  1. L’energia dell’impianto fotovoltaico viene usata per alimentare i carichi e per caricare la batteria.
  2. L’energia in surplus viene stoccata nelle batterie o iniettata (batterie completamente cariche) in rete per un ulteriore guadagno con lo scambio sul posto.
  3. L’energia dalle batterie è sempre utilizzabile anche durante il giorno nei casi di richiesta dal carico: l’obiettivo è annullare l’assorbimento dalla rete elettrica.
  4. L’utilizzo delle batterie è ottimizzato per garantire la massima affidabilità e durata nel tempo: vengono evitati i microcicli facendo intervenire la rete nel caso di brevi picchi di carico.
  5. L’energia viene immessa/prelevata dalle batterie a 48V con rendimenti di conversione pari al 96% grazie al convertitore DC/DC innovativo brevettato.
  6. Il sistema presenta un rendimento complessivo da batteria 48V oltre il 94% ovvero il più alto tra i competitors.