Etichettatura energetica, in vigore le nuove regole per le classi

Dal 1° agosto 2017 sono entrate in vigore le nuove regole sull’etichettatura energetica degli edifici. Nello specifico il regolamento 2017/1369/Ue, che ha abrogato la direttiva 2010/30/Ue, prevede il riscalaggio delle classi e l’adozione di una banca dati. Sarà comunque previsto un periodo di transizione che prevede, per i fornitori, l’adozione degli obblighi informativi dal 1° gennaio 2019.

 

Etichettatura

Come cambia l’etichetta.

Con l’adozione del regolamento la scala delle classi, che attualmente va da A+++ a G, verrà modificata con l’introduzione del sistema delle lettere da A a G. La commissione Europea ha inoltre stabilito la progressiva sostituzione dei vari regolamenti delegati che ai sensi della direttiva 2017/30/Ue hanno stabilito le regole tecniche per l’etichettatura del consumo energetico.

La creazione di una banca dati.

Secondo quanto disposto dal regolamento “per i modelli disciplinati da un atto delegato immessi sul mercato tra il 1° agosto 2017 e il 1° gennaio 2019, il fornitore, entro il 30 giugno 2019”, deve inserire nella banca dati dei prodotti le informazioni presenti nell’Allegato 1 al Regolamento. La creazione di una banca dati istituita dalla Commissione ha lo scopo di fornire informazioni puntuali sulle conformità di prodotto. L’obbligatorietà dell’iscrizione nella banca dati dovrebbe essere estesa a tutti i dispositivi immessi dalla data di entrata in vigore del regolamento. Per i modelli precedenti l’entrata in vigore della norma non vi è obbligo di registrazione nel data base.

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *